lesioni del menisco

artroscopia_13

Le lesioni traumatiche del menisco sono abbastanza frequenti nei giovani durante la pratica di attività sportiva. Vanno distinte dalle lesioni degenerative che si possono manifestare dopo i 50 anni di età e richiedono un diverso approccio terapeutico.

artroscopia_10artroscopia_2

Al momento della rottura si avverte un dolore acuto, che in alcuni casi (quando la parte lesionata si ribalta), può” bloccare” il ginocchio. Molto frequentemente  è accompagnato gonfiore del ginocchio.

artroscopia_16

La diagnosi è clinica e mediante RMN.


TRATTAMENTO

Il trattamento è chirurgico. In artroscopia si rimuove solo la parte del menisco lesionata. La resezione deve essere il più conservativa possibile, essendo il menisco fondamentale nella funzionalità del ginocchio. Trattamenti,ormai superati ,di asportazione totale del menisco provocherebbero instabilità immediata e dopo diversi anni degenerazione della cartilagine articolare.
Quando possibile (nelle lesioni molto periferiche) il menisco viene suturato, ciò allunga i tempi di recupero, ma offre numerosi vantaggi a breve e lungo termine.


TEMPI DI RECUPERO

artroscopia_23

I tempi di recupero dopo regolarizzazione del menisco dipendono dall’estensione della lesione. Generalmente la deambulazione riprende il giorno successivo senza utilizzo di tutori e dopo un programma riabilitativo in 30-40 giorni si ritorna alla pratica di attività sportiva.


ricostruzione del legamento crociato anteriore

Il legamento crociato anteriore si chiama così perché si incrocia con il legamento crociato posteriore all’interno dell’articolazione del ginocchio. Gioca un ruolo fondamentale nella stabilità del ginocchio.

E’ fortemente sollecitato durante la pratica di determinati sport, per cui, si verificano numerosi casi di rottura durante lo svolgimento di diverse discipline sportive. Spesso alla lesione del crociato anteriore si associa la lesione di uno dei due menischi.
La rottura  in occasione di una distorsione si accompagna spesso ad un “crack” udibile dallo stesso soggetto.
L’esame clinico e la RMN permetto di porre diagnosi.


TRATTAMENTO

Il trattamento dipende dal grado di stabilità residuo del ginocchio, dalle motivazioni del paziente a ritornare alla pratica dell’attività sportiva e dall’età.

artroscopia_15artroscopia_11

L’intervento effettuato in artroscopia, prevede il trapianto autologo solitamente o del tendine rotuleo o dei tendini gracile e semitendinoso. Nei soggetti ultra 40enni si può optare per l’utilizzo di un legamento sintetico.

artroscopia_20artroscopia_21

TEMPI DI RIABILITAZIONE

La deambulazione riprende già dal giorno successivo, dovrà indossare un tutore per 30 giorni e seguire un

artroscopia_6artroscopia_30

programma di riabilitazione che nei tempi di 5-6 mesi porterà alla totale ripresa dell’attività sportiva.





 


partners