Da praticare dopo la rimozione del bendaggio
    
Mobilizzazione passiva dell’articolazione metatarso-falangea dell’alluce

Con la mano sinistra si afferrano le teste dei metatarsi e con la destra si eseguono gli esercizi passivi dell’articolazione metatarso – falangea di ogni dito. Dovrà essere fatta la ginnastica sistematicamente dal I al V dito.
E’ molto utile praticare inizialmente delle leggere trazioni ad ogni dito, al fine vincere, passivamente, la retrazione dorsale dei muscoli e dei legamenti. Completare questa mobilizzazione con dei piccoli esercizi sulla interfalangea.

 
Esercizi di mobilizzazione attiva dell’articolazione metatarso-falangea dell’alluce

Costituiscono l’aspetto fondamentale del recupero funzionale. Devono essere praticati ogni giorno:
  • Con la mano sinistra si afferrano le teste dei metatarsi e con la destra si esegue la flessione dorsale e plantare dell’articolazione metatarso – falangea di ogni dito
  • Esercizi aiutati: Introdurre il piede in un recipiente di acqua calda. E’ necessario collocare, all’interno del recipiente, una
piccola piattaforma sopra la quale poggiare il piede fino a livello della testa dei metatarsi, cosicchè si possa ottenere un facile mobilizzazione delle dita tanto in senso dorsale che, molto più importante, in flessione plantare
  • Esercizi attivi: Saranno fatti con lo stesso sistema, sempre con la piattaforma, ma fuori dall’acqua. Eseguire flessioni plantari delle dita molto lentamente, ma con il massimo sforzo, ritmo ed intensità possibili.
  • Si pone una asciugamano sul suolo; seduto senza poggiare il calcagno a terra, sollevare l’asciugamano con le dita
  • Far scorrere al di sotto della pianta del piede una pallina da tennis
  • Cercare di raccogliere da terra matite o piccole palline
  
Trattamento posturale
  • Posizione seduta con le dita del piede sollecitate in forte flessione plantare
  • Posizione seduta con le dita del piede sollecitate in forte flessione dorsale
  • Alzarsi sulla punta dei piedi
  • Deambulare sulla punta dei piedi
  
Rieducazione al passo 
  • Deambulazione senza calzature, facendo attenzione che il piede, nella fase di distacco, abbia un buon appoggio al suolo di tutte le dita e specialmente del primo. E’ molto importante che l’ultima fase del distacco dal suolo si realizzi precisamente con il primo dito, che deve appoggiarsi fortemente al suolo.
  • Applicazione di ghiaccio e piede in scarico 
  • 10 sedute di Magnetoterapia (alla rimozione del bendaggio) 
  • 30 applicazioni dei CEMP (dal 7° giorno post operatorio)
 
 
 


patologie

curriculum

galleria video

partners