Foto205
 
 
IL piede piatto è una patologia estremamente comune. E’ caratterizzata dalla caduta della volta plantare e dalla valgo-pronazione del calcagno.
Cosa fare?
Dal 1° al 3° anno di età tale condizione e assolutamente normale, se persiste dopo il terzo anno di età è necessario il trattamento con scarpette ortopediche e plantari fino all’età di 6-7 anni.
Nel caso in cui non si riuscisse ad ottenere una correzione soddisfacente è possibile, dai  9 anni ai 13 anni, effettuare un intervento chirurgico di: “Artrorisi endosenotarsica con vite ad espansione”.
 
piede_203 piede_202
 
L’intervento consiste nell’inserimento di una vite ad espansione nello spazio tra il calcagno e l’astragalo, al fine di correggere la deformità e permettere, durante l’accrescimento, un modellamento delle ossa del piede.
Tale intervento è minimamente invasivo,  prevede una mini incisione di 1 cm e può essere praticato, simultaneamente, ad entrambi i piedi.
 
piede_200
 
Necessita l’uso di un gambaletto gessato (su cui poter camminare dal giorno successivo) per quindici giorni, alla rimozione del quale, si può riprendere la normale deambulazione e dopo 3 mesi l’attività sportiva.
 
 


patologie

curriculum

galleria video

partners